In memoria di Gianluca Ferraris

Oggi, lunedì 14 marzo 2022, ci ha lasciati un autore che al Covo era uno dei nostri “residenti”: Gianluca Ferraris.

“Era una sera di settembre del 2017. La Libreria Covo della Ladra non esisteva ancora ed era solo un’idea, di quelle belle, che possono galvanizzare e monopolizzare una vita. Il locale era uno di quelli come a Milano se ne trovano tanti, ma l’occasione era molto particolare. Shaboo, l’ultimo libro della trilogia noir di Gianluca, era da poco in libreria e Lillo aveva organizzato un incontro con stampa e blog.

Il libro lo avevo divorato, come era accaduto anche con i due precedenti. Era una narrazione potente e dalla profonda anima noir. Come piacciono a me. Si parlava, si scherzava e, tra un sorso e l’altro, per la pima volta, gli ho raccontato del Covo e del nostro progetto. Penso sia stata la prima volta in cui ne parlavo ad altri che non fossero i miei amici e i miei compagni d’avventura.

E quella fu anche la prima volta in cui incontrai e conobbi Gianluca. Da quel giorno ci ritrovammo altre volte, al Covo o da amici, non necessariamente per il pretesto di una nuova uscita, ma sempre con quella domanda che mi premeva: “Gianluca, quando mi fai leggere il tuo prossimo?”

E ci sono legami che nascono così, da un aperitivo, e continuano con la stima e l’amicizia, seguendo le trame di questa città strana, la nostra Milano, in cui ti puoi incontrare per caso, ma in cui puoi anche perderti se ti stai cercando. Legami che nascono e si nutrono di pagine e inchiostro, ma soprattutto di quell’animo noir di cui tu, Gianluca, sapevi raccontare molto bene, di cui eri voce vera e profonda. E anche se so che in questa città non potremo più incontrarci, io continuerò a cercarti, tra le pagine o tra le vie notturne. Perché sì sa che a Milano può accadere tutto. Anche ritrovare gli amici che partono all’improvviso.”

Mariana Winch Marenghi

Per ricordare Gianluca Ferraris

Gianluca Ferraris è stato un nostro ospite frequente o, come preferiamo dire al Covo, un autore residente, ovvero uno di quegli autori che non hanno mai lasciato i nostri scaffali.
Ecco allora alcune delle tappe di Gianluca al Covo.

Settembre 2017 – Recensione di Shaboo

Terzo romanzo che chiude la trilogia di Gabriele Sarfatti, letto e recensito per noi dalla nostra libraia Mariana “Winch” Marenghi.

Febbraio 2018 – Serata Giallo Milano

Il 22 febbraio 2018 abbiamo ospitato una serata dedicata interamente alla trilogia di Gianluca, vista come metafora della nostra stessa città, Milano. Gianluca Ferraris, che scriveva ogni giorno della nostra città, ha distillato la nostra contemporaneità in tre romanzi noir, editi da Laurana, il cui protagonista, Gabriele Sarfatti, può essere definito quasi come il prototipo dell’essere milanese. Con Piombo su Milano, A Milano nessuno è innocente e Shaboo, Ferraris ci offre una panoramica del capoluogo lombardo poco confortante e dalle tinte fosche, tra corruzione, spaccio di droga, alienazione e intolleranza. A fare da contraltare a questa dimensione, interviene Armando Toscano che è, oggi, attivo sul territorio cittadino con numerosi progetti di ricerca sociale che hanno l’obiettivo di mettere a nudo (o in luce), le buone pratiche di vita e di tolleranza.

Con loro abbiamo parlato della nostra città, dei suoi percorsi di contemporaneità, partendo dalle trame “noir” di Ferraris, per calarci nella realtà che ci circonda. Tra contraddizioni, spiragli di luce, collaborazioni possibili e devianze.

Guarda il video della diretta Facebook

Aprile 2021 – Protagonista di Holly Book Party con Perdenti

In occasione dell’uscita del suo ultimo romanzo, Perdenti – Piemme, Gianluca è stato ospite del nostro talk in live streaming HollyBook Party, con Manuel Figliolini de La Bottega del Giallo.

Guarda l’intervista su YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X