Incipit32 – Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio di Amara Lakhous

Per Incipit32, la nostra libraia Barbara legge Amara Lakhous in Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio, edizioni e/o

Incipit32 arriva con un giallo divertente che lascia spazio a riflessioni molto attuali. Stiamo parlando di Amara Lakhous che pubblica, per E/O, Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio.

Lo ha letto per noi la nostra Libraia Barbara, alias Grande B, e ci racconta un libro appassionato e divertente, che offre uno spaccato della nostra attualità che sta diventando, ogni giorno, sempre più attuale. Non sempre con i toni che ci augureremmo. Lakhous tocca lo spinoso problema dell’accettazione dell’altro, di ciò che non conosciamo e che non comprendiamo, che crediamo ostile perché non lo comprendiamo. E mentre la campagna elettorale decolla con parole che sembrano appartenere al secolo scorso, noi al Covo leggiamo storie che, invece di chiudere, aprono orizzonti.

Ecco, allora, le prime pagine di Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio, di Amara Lakhous, Edizioni E/O.

Guarda la nuova puntata di Incipit32

Ascolta il podcast

O seguici su Spotify: https://open.spotify.com/show/3xgIN7xNsEK1oXyr6GTdnX

Scopri il libro

📚Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio
di Amara Lakhous
Edizioni E/O

Omicidio a piazza Vittorio: una commedia all’italiana scritta da un autore di origine algerina. Questo romanzo di Amara Lakhous è una sapiente e irresistibile miscela di satira di costume e romanzo giallo imperniata su una scoppiettante polifonia dialettale di gaddiana memoria (il “Pasticciaccio” sta sullo sfondo segreto della scena come un nume tutelare). La piccola folla multiculturale che anima le vicende di uno stabile a piazza Vittorio sorprende per la verità e la precisione dell’analisi antropologica, il brio e l’apparente leggerezza del racconto. A partire dall’omicidio di un losco personaggio soprannominato “il Gladiatore”, si snoda un’indagine che ci consente di penetrare nell’universo del più multietnico dei quartieri di Roma: piazza Vittorio. Forse basta mettere in scena frammenti di vita quotidiana intrecciati attorno all’ascensore, puntualmente all’origine di tante dispute condominiali, per comprendere il nodo focale del paventato, discusso, negato o invocato scontro di civiltà che assilla il nostro presente e il nostro futuro e infiamma il dibattito politico, sociale e religioso-culturale dei nostri giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X