L’ inganno della luce

15,00

Dall’autrice di Case di vetro e La via di casa, con cinque milioni di copie all’attivo, un giallo stringente e atmosferico, in cui nulla è come sembra, e in cui solo l’irresistibile commissario Gamache sarà in grado di ribaltare, come sempre, ogni apparenza.

Dove c’è molta luce l’ombra è più nera. Three Pines è una piccola cittadina del Québec che neppure compare sulle mappe. Un posto idilliaco, dove il tempo sembra essersi fermato e la vita scorre placida. Almeno in apparenza. Armand Gamache è perfettamente in tono con l’ambiente. Cinquantacinque anni, di corporatura solida, raffinata cultura e modi garbati, si direbbe un tranquillo professore di storia o letteratura, e non il commissario della Sûreté du Québec. Ma l’inganno è spesso un meccanismo estremamente raffinato, che si alimenta dei più piccoli dettagli e si cela dove meno te lo aspetti. È una tiepida sera d’estate, e Clara Morrow, pittrice locale di grande talento, sta festeggiando insieme ad amici e personaggi del mondo dell’arte il successo della personale tenutasi al museo di Montréal. Eppure la mattina seguente, tra le peonie del giardino di Clara viene ritrovato il corpo senza vita di una donna, la cui presenza alla festa non era stata notata da nessuno. Quando il commissario Gamache avvia le indagini, scopre un mondo fatto di invidie, gelosie e antichi rancori in cui la verità sull’omicidio è offuscata da molte ombre. E la luce che filtra serve solo a confondere.

Disponibile (ordinabile)

Categoria: Tag:

Descrizione

Louise Penny
Traduttore: Maria Clara Pasetti
Editore: Piemme
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 20 maggio 2019
Pagine: 432 p., Brossura
EAN: 9788856671858

Dall’autrice di Case di vetro e La via di casa, con cinque milioni di copie all’attivo, un giallo stringente e atmosferico, in cui nulla è come sembra, e in cui solo l’irresistibile commissario Gamache sarà in grado di ribaltare, come sempre, ogni apparenza.

Dove c’è molta luce l’ombra è più nera. Three Pines è una piccola cittadina del Québec che neppure compare sulle mappe. Un posto idilliaco, dove il tempo sembra essersi fermato e la vita scorre placida. Almeno in apparenza. Armand Gamache è perfettamente in tono con l’ambiente. Cinquantacinque anni, di corporatura solida, raffinata cultura e modi garbati, si direbbe un tranquillo professore di storia o letteratura, e non il commissario della Sûreté du Québec. Ma l’inganno è spesso un meccanismo estremamente raffinato, che si alimenta dei più piccoli dettagli e si cela dove meno te lo aspetti. È una tiepida sera d’estate, e Clara Morrow, pittrice locale di grande talento, sta festeggiando insieme ad amici e personaggi del mondo dell’arte il successo della personale tenutasi al museo di Montréal. Eppure la mattina seguente, tra le peonie del giardino di Clara viene ritrovato il corpo senza vita di una donna, la cui presenza alla festa non era stata notata da nessuno. Quando il commissario Gamache avvia le indagini, scopre un mondo fatto di invidie, gelosie e antichi rancori in cui la verità sull’omicidio è offuscata da molte ombre. E la luce che filtra serve solo a confondere.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’ inganno della luce”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.