LIBRERIA DEL GIALLO E DEL FANTASTICO
Filter
Quick View
Aggiungi al carrelloView cart

Il Titanic dei nazisti

18,00
Questa è l'assurda vicenda della Cap Arcona, nave di bandiera della compagnia di navigazione Hamburg Süd, - seconda per dimensioni solo al celebre Titanic - che, prima di essere affondata dai missili incendiari della Royal Air Force, ebbe molte vite. Nata come piroscafo di lusso per le tratte sudamericane, viene degradata a caserma galleggiante dopo lo scoppio della Seconda guerra mondiale. Sarà Joseph Goebbels a restituirle lustro. Il ministro della propaganda di Hitler la vuole ardentemente come set per un kolossal sulla tragedia del Titanic, al fine di dimostrare l'incompetenza e la vigliaccheria degli ufficiali inglesi. Ci sono tutte le premesse per realizzare una pellicola memorabile, ma non sarà così. In seguito al clamoroso insuccesso del film, la Cap Arcona viene nuovamente requisita dall'esercito tedesco e impiegata per il trasporto, attraverso il mar Baltico, di soldati e civili in fuga dall'Armata Rossa; tra questi, migliaia di prigionieri provenienti dai campi di concentramento. Negli ultimi giorni del conflitto le SS, risolute a cancellare ogni traccia degli orribili crimini commessi, decidono di portare al largo il vecchio transatlantico e autoaffondarlo con tutto il suo carico umano. Sarà tuttavia la RAF a bombardare la Cap Arcona il 3 maggio 1945. Benché il governo inglese abbia reso inaccessibili molti documenti riguardanti la vicenda, Robert P. Watson è riuscito a ricomporne la memoria, ricorrendo a un'ingente mole di fonti primarie e secondarie e grazie anche alle testimonianze dei pochi superstiti...
Quick View

Il Titanic dei nazisti

18,00
Questa è l'assurda vicenda della Cap Arcona, nave di bandiera della compagnia di navigazione Hamburg Süd, - seconda per dimensioni solo al celebre Titanic - che, prima di essere affondata dai missili incendiari della Royal Air Force, ebbe molte vite. Nata come piroscafo di lusso per le tratte sudamericane, viene degradata a caserma galleggiante dopo lo scoppio della Seconda guerra mondiale. Sarà Joseph Goebbels a restituirle lustro. Il ministro della propaganda di Hitler la vuole ardentemente come set per un kolossal sulla tragedia del Titanic, al fine di dimostrare l'incompetenza e la vigliaccheria degli ufficiali inglesi. Ci sono tutte le premesse per realizzare una pellicola memorabile, ma non sarà così. In seguito al clamoroso insuccesso del film, la Cap Arcona viene nuovamente requisita dall'esercito tedesco e impiegata per il trasporto, attraverso il mar Baltico, di soldati e civili in fuga dall'Armata Rossa; tra questi, migliaia di prigionieri provenienti dai campi di concentramento. Negli ultimi giorni del conflitto le SS, risolute a cancellare ogni traccia degli orribili crimini commessi, decidono di portare al largo il vecchio transatlantico e autoaffondarlo con tutto il suo carico umano. Sarà tuttavia la RAF a bombardare la Cap Arcona il 3 maggio 1945. Benché il governo inglese abbia reso inaccessibili molti documenti riguardanti la vicenda, Robert P. Watson è riuscito a ricomporne la memoria, ricorrendo a un'ingente mole di fonti primarie e secondarie e grazie anche alle testimonianze dei pochi superstiti...
Aggiungi al carrelloView cart
Quick view
X
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al BookShop
    ×